“E’ successo così…” l’ecovillaggio solare….per andare dove vogliamo andare per dove dobbiamo andare

“E’ successo così…” + Quesiti relativi l’Autocostruzione + File .xls Elenco interessati Ecovillaggio Solare

 “E’ successo così…”

Presentazione capolavoro svolto dal gruppo Autocostruzione a Jacopo Fo ed all’organizzazione dell’ Ecovillaggio Solare:

 

  1. In un Cacao delle buone notizie comiche di fine novembre è stata postata la notizia della ripartenza del progetto “Ecovillaggio Solare”:

http://www.jacopofo.com/ecovillaggio-solare-ambiente

  1. Io (Andrea aka Arcano Pennazzi) ho mandato una mail a tutti i miei contatti raccolti negli ultimi tre anni interessati a fondare un’Ecovillaggio nella quale raccontavo della novità e di come organizzarsi per mettersi in moto come gruppo. La mail è leggibile a questo link:

http://ecovillaggio.ning.com/forum/topics/ecovillaggio-solare-il

  1. In pochi giorni il social forum ha ripreso ad andare alla grande e a raccogliere nuovi interessati al progetto. Questo il link del nostro forum: http://ecovillaggio.ning.com/ (Digitando in Google la parola “ecovillaggio” è la seconda voce visualizzata!)

 

  1. Poi ho creato un gruppo in face book “Ecovillaggio Solare”:

http://www.facebook.com/#/group.php?gid=243335692941&ref=ts ed è arrivata altra gente interessata al progetto.

  1. Via via hanno cominciato a crearsi contatti interessati all’Autocostruzione che si sono incontrati per capire come pianificare il lavoro che li attende. Vi invitiamo a leggere la relazione di Jonas Della Giustina riguardo l’incontro svoltosi il 17.01.10 ad Ozzano (Bo): http://ecovillaggio.ning.com/forum/topics/cosa-vogliamo-fare-delle

 

  1. L’incontro di Ozzano ha portato il gruppo alla formulazione di un questionario per Jacopo, allegato alla presente. Domande fondamentali per poter partire col cantiere degli Autocostruttori.

 

  1. Quindi ho realizzato un video per promuovere il progetto e rendere l’idea di quel che io sogno sia l’Ecovillaggio: “Ecovillaggio Solare, un luogo diverso dove Vivere!”

http://www.youtube.com/watch?v=Hl0PLWjk-DQ

Ed una presentazione spedita ad oltre 5.000 indirizzi mail, di seguito quella postata da Marco Boschini nel suo blog (Comuni Virtuosi):

http://www.marcoboschini.it/?p=1506

          Video: http://www.youtube.com/watch?v=Hl0PLWjk-DQ e articolo:

 

Ecovillaggio Solare

Un’idea diversa della casa, dell’energia, del vivere in mezzo alla natura e delle relazioni tra vicini di casa.

Finalmente si parte!

Dopo 9 mesi di lavoro, incontri con il Comune di Perugia e Gubbio, geologi, architetti, ingegneri, costruttori e persone interessate a comprare una casa antisismica con consumi energetici irrisori, siamo lieti di annunciarvi che siamo arrivati a far decollare il progetto.

Il progetto iniziale è stato profondamente modificato e ci sembra finalmente soddisfacente.

Dove

Umbria, comune di Perugia, una valle meravigliosa che si sviluppa lungo il corso di un piccolo torrente. Verde a perdita d’occhio, sulle colline. Boschi e oliveti. L’Ecovillaggio ha intorno 40.000 mila mq di verde. Se non vi piace la vita bucolica non fa al caso vostro.

Il tutto si trova a 8 km dalla strada asfaltata, 12 dal tabaccaio, 14 dalla superstrada E45, 30 km da Umbertide, 40 da Perugia.

Case ecologiche

Le costruzioni saranno ecologiche, con isolamento termico, pannelli solari, impianto idrico duale, raccolta dell’acqua piovana eccetera… Ogni modulo comprende 2000 mq di giardino, di cui 50 a orto, 50 a frutteto, il resto olivi, prati pascoli e bosco.

Orti e frutteti avranno un comune sistema di irrigazione a goccia temporizzato. Ogni famiglia avrà quindi terreno sufficiente per i propri fabbisogni alimentari, che potrà usare direttamente o dare in gestione a un eventuale orticultore ricevendone in cambio parte del raccolto.

Autocostruzione

Grazie all’aiuto essenziale di Banca Etica e alla disponibilità espressa dal nuovo sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, avremo, inoltre, 16 unità abitative in autocostruzione su un’area la cui destinazione urbanistica sarà modificata da agricola a “edilizia popolare”, quindi gli acquirenti compreranno terreno a costo agricolo e dovranno sostenere le sole spese per i materiali edilizi e la progettazione. Questa offerta è limitata però a quelle persone che si costruiscono la prima casa e hanno particolari requisiti di reddito specificati dal Comune di Perugia riguardo a chi ha il diritto di avere agevolazioni per la casa. E indispensabile che il gruppo degli Autocostruttori si Autoorganizzi.

Leggi qui l’intera presentazione del progetto:

http://www.ecofiera.it/blog/ecovillaggio

Per aggiornarti sullo stato di avanzamento del progetto e particolarmente sull’Autocostruzione:

http://ecovillaggio.ning.com/

Per info e contatti:

arcanopennazzi@gmail.com – 392.5940952

  1. Per concludere questa prima parte del lavoro di “ricerca degli abitanti dell’ecovillaggio” ed arrivare all’incontro del 29/31 con le idee più chiare riguardo l’interesse di ogni membro ho postato nel blog ecovillaggio.ning un breve questionario:

 

BREVE QUESTIONARIO, E’ FONDAMENTALE CHE TU RISPONDA!

Questo il link: http://ecovillaggio.ning.com/events/breve-questionario-e

Ciao ragazzi,
questa mail arriva a tutti e 100 gli iscritti al nostro blog “Ecovillaggio” è fondamentale che tutti e 100 si risponda alle poche e semplici domande. Così da poterci chiarire le idee e cominciare a organizzare seriamente e semplicemente il lavoro che ci aspetta per andare finalmente a vivere nelle amate colline umbre.
Le risposte saranno tabulate in un file excell e ripubblicate qui nel blog in un’area visibile a tutti e facile da trovare.

Questionario:

1. A quale modalità d’acquisto sei interessato?
A. Chiavi in mano
B. Al grezzo
C. Autocostruzione

2. Qual’è la tua premura riguardo i tempi di realizzo della tua casa e dell’ Ecovillaggio?
A. Entro l’anno
B. Entro due anni
C. Non ho particolare premura

3. Puoi mettere a disposizione del gruppo il tuo numero di telefono e se ce l’hai l’account di Skype? (Se non hai account Skype ti suggerisco di farlo così quando serve parliamo GRATIS!)

4. Ci sarai all’incontro del 29/31 gennaio presso Alcatraz?

Per facilitare l’elaborazione delle risposte siete pregati di rispondere direttamente sotto ogni domanda.

Salute a tutti e ci vediamo venerdì!
A.

  1. 9.    Conclusioni:

Ad oggi venerdì 29.01 alle 06.30 il social forum ecovillaggio.ning conta 115 iscritti, persone seriamente interessate a vivere nell’Ecovillaggio Solare.

Le mail di presentazione che ho inviato sono circa 5.000.

Il video è stato visto 2400 volte in una sola settimana dalla sua realizzazione.

Il gruppo facebook “Ecovillaggio Solare” conta 370 iscritti.

Nel file excell allegato sono raccolti tutti gli oltre 100 contatti interessati a venire a vivere nell’Ecovillaggio Solare raccolti in questo primo mese di ricerche.

Nel file word i quesiti relativi l’Autocostruzione.

Desidero fare i complimenti prima di tutti a me stesso, ho veramente fatto un lavoro mostruoso, sono un Figo Pazzesco! E non meno che a me a Nicola, Nicoletta, Roberto, Idio, Alessandro, Michele, Elisa, Jonas, Luigi e tutti quelli che hanno preso parte attivamente alla cosa, senza l’aiuto dei quali tutto questo capolavoro non sarebbe successo.


Quesiti relativi l’Autocostruzione:

Buongiorno Jacopo ed organizzazione dell’Ecovillaggio Solare,

 il gruppo prima di tutto ci tiene a ringraziarvi per il fantastico lavoro svolto atto a consentirci di Autocostruirci casa e poter abitare l’Ecovillaggio Solare!

Detto questo, premesso che il progetto Ecovillaggio Solare nella sua totalità è molto interessante ma che non offre al momento certezza rispetto ai tempi di realizzazione, visto che è stata indicata la soglia della vendita sulla carta dell’80% degli alloggi non Autocostruiti come condizione di partenza (ci basiamo sul progetto dello scorso anno che prevedeva i 64 moduli abitativi) e dato per assodato, come già rispostoci da Jacopo, che lo stesso Jacopo è interessato a far partire la parte in Autocostruzione indipendentemente ed eventualmente prima del resto del villaggio, le domande prioritarie sono:

A) A che prezzo intendete cedere alla cooperativa Autocostruttori il terreno su cui costruire? E che opere di urbanizzazione primaria (strade, impianti, etc) sarebbero già incluse in tale prezzo?
B) Vista la vicinanza del sito in Autocostruzione all’ Ecovillaggio Solare in modalità acquisto, avete in mente dei vincoli da imporre agli Autocostruttori in merito ad estetica, regole condominiali, impianti comuni, etc per garantire la coerenza del progetto nella sua globalità? Se sì quali?
C) Dal blog di Jacopo:
“Grazie all’aiuto essenziale di Banca Etica e alla disponibilità espressa dal nuovo sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali, avremo, inoltre, 16 unità abitative in autocostruzione su un’area la cui destinazione urbanistica sarà modificata da agricola a “edilizia popolare”, quindi gli acquirenti compreranno terreno a costo agricolo e dovranno sostenere le sole spese per i materiali edilizi e la progettazione.”

Intendete vendere agli Autocostruttori terreno agricolo con garantita poi l’edificabilità del sito ai membri della cooperativa? Ossia che tipo di accordi sono già stati presi con il comune? Se l’edificabilità è garantita, il comune ha già in mente una tipologia di alloggio singolo o a schiera? Gli accordi di cui sopra sono ufficiosi od ufficiali? Cosa prevede il piano regolatore per questa area? Quali sono i vincoli urbanistici per quest’area?

In sostanza la cosa principale da capire in questa prima fase è la destinazione d’uso del terreno e quali accordi ha preso Jacopo col comune di Perugia.

D) Quali sono le spese effettive relative alla quota di 25000€? E’ possibile avere una distinta? Tale quota la devono versare anche le persone interessate all’Autocostruzione?

Possono essere versati man mano che si producono interventi di cui beneficerà subito il gruppo degli Autocostruttori (acquisto terreno, spese burocratiche, infrastrutture come allacciamento dell’acqua, strada fino alla statale, sistema di fitodepurazione, ecc), senza aspettare che il resto dell’Ecovillaggio parta, ed eventualmente scegliere in seguito di partecipare versando le quote relative agli interventi che in seguito verranno realizzati (piscine, uffici, palestre, alloggi, ecc)?

In merito dal blog di Jacopo e da Ecofiera abbiamo trovato:

“Chi compra avrà la comproprietà (stile condominio) di una serie di spazi comuni: lavanderia, sala giochi per bimbi, sala feste, laboratori per artigianato, piscina riscaldata coperta, piscina fredda, bar-ristorante-bazar con 8 camere da letto, impianto fotovoltaico, impianto eolico (se le misurazioni del vento daranno esito positivo), parco condominiale di 200.000 mq circa.

La parte delle proprietà “condominiali” verrà acquistata versando una quota uguale per tutte le abitazioni di 25.000€.

Questi prezzi sono bloccati fino al 31 marzo 2010.”

Ed ancora: “Il costo a mq comprende oltre alla costruzione in sé con pannelli solari fotovoltaici e termici e 2.000 mq di terreno, l’acquisto del terreno edificabile (250 euro a mq calpestabile), o delle strutture esistenti (nel caso di restauri) la progettazione, pratiche burocratiche, tasse (Bucalossi), miglioramento strade, riscaldamento centralizzato (con sistema di misurazione dei consumi individuali), sistema idrico centralizzato, sistemazione degli esterni e del verde, sistema fognario con impianto di fitodepurazione e riuso dell’acqua per l’irrigazione a goccia delle coltivazioni, sistema di raccolta delle acque piovane per rifornire i wc (impianti duali).”

In sostanza i 25.000€ sarebbero la cifra necessaria alla realizzazione delle opere comuni, dalla piscina all’albergo, e che verrebbe ripartita tra tutti gli alloggi (compresi o no quelli Autocostruiti è da chiarire, ma sicuramente tra quelli costruiti). Dandoci Jacopo l’OK a partire con l’Autocostruzione indipendentemente dal resto dell’Ecovillaggio risulta evidente che tale cifra non ha più molto senso. In primis perche 25.000×16 è una cifra che non copre che in minima parte i costi per edificare le parti comuni così come descritte ed inoltre perché qualcuno faceva appunto notare come il progetto in autocostruzione sia da realizzarsi “in economia” per definizione e quindi salvo obiezioni specifiche di Jacopo non necessita allo stato attuale di prevedere opere comuni di lusso.

Detto questo ci pare più chiaro affrontare il discorso con Jacopo in termini di:

1) cifra iniziale da spendere obbligatoriamente prima dell’autocostruzione che includerebbe in particolare il costo del terreno e di eventuali oneri legati all’urbanizzazione del sito (spese amministrative e di opere primarie)

2) eventuale cifra addizionale richiesta agli Autocostruttori per la compartecipazione futura su eventuali impianti comuni dell’ Ecovillaggio Solare. Se Jacopo pensa che questo garantisca maggior coerenza al progetto complessivo ed evitare di creare cittadini di serie A e serie B. A questo proposito aggiungiamo che tale cifra addizionale sarebbe probabilmente da pagare se e solo quando dovesse partire anche il resto del progetto, viceversa si creerebbe il problema di dover prevedere delle condizioni per una eventuale restituzione.
Venendo infine al dunque constatiamo che la cifra per partire indicata da Jacopo in 25.000€ ha senso solo se ci sono subito tutte e 100 le famiglie dell’Ecovillaggio a versarla. Diversamente, come probabile, tale cifra può essere più bassa o addirittura molto più alta a seconda di quello che Jacopo ritiene di dover includere. Lui e’ l’attore principale e il regista di tutto, se per esempio ritiene, o il comune lo obbliga, di dover realizzare determinate opere per garantire l’edificabilità del terreno ecco che il costo non può che essere ripartito allo stato attuale sui soli Autocostruttori salvo poi eventualmente recuperare parte del costo anche dai futuri alloggi se e quando verranno costruiti/venduti sempre che condividano le opere di cui stiamo parlando.
E) Quali sono gli accordi col comune in merito all’assegnazione degli abitati e del terreno? E’ necessario un bando? Si possono avere garanzie in merito all’effettiva assegnazione del terreno su cui costruire ai componenti del gruppo Autocostruzione? Il gruppo che si è formato deve avere la garanzia che il terreno venga effettivamente assegnato ai propri componenti ed inoltre che venga convertito ad edilizia popolare.

F) Quale sarà l’impiantistica per l’Autocostruzione? Come si ottiene l’energia elettrica? E’ necessario aspettare che il resto dell’Ecovillaggio venga costruito prima di essere autonomi o si può intervenire prima? È possibile l’Autocostruzione parziale degli impianti?

G) Quale tipo di collaborazione e rapporto ci sarà tra la parte di Autocostruzione e il resto dell’Ecovillaggio?

H) Jacopo vuole essere interlocutore del gruppo in merito all’avanzamento del progetto o, visto che non è un tecnico ed ha innumerevoli altre questioni di cui interessarsi, ha dei referenti, progettisti da una parte e impiegati comunali dall’altra, ai quali il gruppo Autocostruttori può rivolgersi direttamente anche per evitare di dover spendere risorse per andare ad Alcatraz ogni volta? Se sì quali?

Da qui nasce un’altra domanda: come affrontare le prossime “riunioni di condominio” senza dover accendere un mutuo noi futuri abitanti dell’Ecovillaggio per parteciparvi e di contro non mandare in rovina Alcatraz dovendo ospitare e sfamare 30 persone alla volta.

Domanda acquirenti chiavi in mano:

 

Stiamo pensando molto seriamente ad acquistare ma vorremmo una nuova costruzione. Raggiungendo un certo numero di seriamente interessati, è possibile far partire le nuove costruzioni anche se gli edifici ristrutturati non sono stati già opzionati tutti?

http://ecovillaggio.ning.com/forum/topics/e-successo-cosi-quesiti?xg_source=activity

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...